Vacanza in Mozambico: cosa sapere

Il Mozambico è una ex colonia portoghese, un paese ricco di attrazioni naturalistiche e storiche che vi saprà stupire.

Gli effetti della colonizzazione portoghese è visibile ancora oggi soprattutto nelle principali città dove spiccano edifici con un’architettura tipica del Portogallo. ll Mozambico vi saprà conquistare con spiagge incantate, città coloniali, villaggi di capanne, foreste di baobab e mangrovie e arcipelaghi incontaminati.

 Mozambico le cose principali da vedere

Da non perdere la capitale Maputo che ospita un grande porto dove ruota tutta l’economia del paese, le spiagge incantevoli sull’isola di Benguerra e gli arcipelaghi di Bazaruto e Quirimbas. 

L’Isola di Mozambico è un’altra delle cose da non perdere, collegata alla terra ferma da un lungo ponte e dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. E’ stata l’antica capitale e conserva ancora oggi nel centro storico fortezze e palazzi in stile.

Altro fiore all’occhiello lo Zinave, un parco di 400.000 ettari che è stato distrutto dalla guerra civile terminata nel ‘94, qui bracconaggio e altre atrocità legate alla guerra hanno annullato completamente tutta la fauna selvatica.

Dal 2016 è in corso un grande progetto di ripopolamento e conservazione che vedrà da maggio 2022 anche l’inserimento dei rinoceronti, potendo così tornare ad ospitare tutti i big five. La parte dedicata al progetto è di 20.000 ettari ed è chiamata Santuario.

Cosa portare in Mozambico 

Tra giugno ed agosto, durante l’inverno mozambicano, è opportuno mettere in valigia vestiti di mezza stagione e leggeri per il giorno, in più un maglione e una giacca leggera per la sera. Negli altri mesi è consigliato portare vestiti leggeri e in fibra naturale.

Non dimenticatevi cappello, crema solare e repellente per gli insetti.

Ovviamente costume, maschera per snorkeling e infradito se resterete al mare, scarpe da trekking e abbigliamento comodo se farete un safari.

Come per ogni viaggio portatevi le medicine che usate solitamente.

Se avete cose che non usate come vestiti, telefoni, giochi e pennarelli potete metterli in valigia e donarli alla popolazione dei villaggi.

Assicurazione sanitaria

Fondamentale come per ogni viaggio, l’assicurazione sanitaria.

Il livello sanitario in Mozambico è ovviamente inferiore agli standard Europei, ci sono però diverse cliniche private di buon livello.

Per questo, e per evitare situazioni spiacevoli, è sempre bene stipulare un’assicurazione sanitaria che copra gli imprevisti. Valutate anche, se prenotate un viaggio in Mozambico, di stipulare un’assicurazione annullamento.

Noi ci affidiamo a Chapka, potete fare un preventivo QUI.

Documenti e visti

Per entrare in Mozambico è necessario il passaporto con validità residua di almeno sei mesi, il proprio passaporto deve avere almeno due pagine in bianco.

È necessario inoltre richiedere il visto d’ingresso. Per motivi turistici è possibile farlo in frontiera e consente massimo due ingressi e 30 giorni di presenza sul territorio. In caso vi voleste fermare in Mozambico per più di 30 giorni occorre richiedere il visto in ambasciata Mozambicana a Roma prima della partenza.

Per richiedere il visto vanno inviati a Roma i passaporti e la documentazione richiesta dall’ambasciata, una volta approvati e pagati vi verranno rispediti passaporti e visti.

Cosa richiede l’ambasciata:

  • Passaporto con validità residua di almeno sei mesi
  • 2 foto formato tessera
  • Modulo consolare debitamente compilato
  • Conferma della prenotazione nominativa dell’albergo dal paese
  • Fotocopia del biglietto aereo di andata e ritorno
  • Auto-dichiarazione di responsabilità per il soggiorno in Mozambico
  • Estratto conto che certifica la possibilità di sostenersi durante il viaggio

La spedizione e la presa per il ritorno dei passaporti la dovrete organizzare voi con TNT o DHL, per ottenere il visto occorrono circa 10 giorni lavorativi.

Pronti per un viaggio in Mozambico? Scoprite i nostri tour!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.